Necropoli di Anghelu Ruju

Uno tra i più grandi cimiteri preistorici della Sardegna

Scoperto casualmente nel 1903 ed esplorato in successive campagne di scavo fino al 1967, il sito di Anghelu Ruju ospita uno tra i più grandi cimiteri preistorici della Sardegna.

 

Al suo interno sono state fino ad ora rinvenute 38 tombe, le famose domus de janas, scavate in un bancone roccioso di arenaria e utilizzate da differenti culture a partire dal Neolitico Recente fino alla prima età del Bronzo. 

 

L’architettura di queste eterne dimore è spesso arricchita di dettagli ispirati alle case dei vivi come gradini, pilastri, cornici, finti architravi, false porte e false finestre. Ed è proprio all’interno di queste piccole celle che venivano seppelliti i defunti con gli oggetti utili e cari in vita.

 

In alcuni ambienti è ancora possibile ammirare bassorilievi e incisioni, enigmatici simboli di riti propiziatori ed elementi tipici della religiosità del periodo neolitico ed eneolitico dell’area mediterranea.

 

Sito archeologico di assoluto pregio, misterioso e affascinante, conduce chi lo visita in un luogo in cui il culto dei morti si fonde con il profondo rispetto che le popolazioni antiche avevano nei confronti della natura.

 

Alcuni dei reperti rinvenuti al suo interno sono custoditi presso il MŪSA Museo Archeologico di Alghero.

 

Per accedere alla Necropoli è obbligatorio il GREEN PASS. Clicca qui per scoprire come ottenerlo.

 

Alghero Ticket comprende l’ingresso al sito archeologico.
La visita guidata necessita di prenotazione e ha un costo a parte di 3 € a persona per un gruppo minimo di 10 persone. C'è anche la possibilità di visitare il sito con un'audioguida senza cuffie, fruibile fino a un massimo di 7 persone, al costo di 3 €.

 

Indirizzo: SP 42 dei Due Mari | Alghero

Orari di visita:

tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 14:00

 

Contatti: +39 329 4385947 | silt.coop@tiscali.it - info@coopsilt.it

Canali social: Facebook | Instagram